fbpx

La podologia

La podologia è una branca della medicina che si occupa delle malattie e dei disturbi che riguardano i piedi. In genere, in un qualsiasi studio medico o dipartimento ospedaliero che si occupa di podologia, le prestazioni offerte più frequentemente riguardano il trattamento delle unghie incarnite, la rieducazione ungueale, la ricostruzione totale o parziale delle unghie, il trattamento delle verruche e delle micosi ungueali, il trattamento di callosità e di ipercheratosi plantari, la prevenzione e cura del piede diabetico, doloroso e artrosico, del piede piatto infantile e le ortesi.
Il podologo
Si tratta di una figura professionale riconosciuta e regolata dall’articolo 2 della legge 251 del 10 agosto 2000. Può essere un libero professionista, così come può operare come dipendente di strutture pubbliche e private. È un laureato in podologia (classe delle lauree della riabilitazione) che si occupa sia di prevenzione sia di terapia delle patologie podaliche. Oltre ad occuparsi di verruche, micosi, ipercheratosi e tutte le malattie che possono affliggere i piedi, il podologo interviene anche in sinergia con altri medici, in caso di disturbi diabetici, reumatici, arteriopatici, neuropatici e di altro tipo, e può utilizzare ortesi.
Dalla salute dei piedi dipende la postura: un appoggio scorretto può portare a patologie dolorose a carico della schiena, delle gambe e di tutto il corpo. La posturologia è la scienza che studia la postura degli individui, effettuando test sull’equilibrio, la funzione visiva, le interferenze occlusali, per la valutazione dell’apparato muscolo-scheletrico e, ovviamente, sul ruolo del piede. Uno squilibrio della postura è un disturbo più frequente di quanto si creda, ma all’inizio in genere è asintomatico. Successivamente lo squilibrio posturale può dare l’avvio a patologie estremamente dolorose. Se lo squilibrio è dovuto a un problema podalico, si può intervenire con ortesi e con una rieducazione al corretto movimento del piede.

Trattamento podologico postulare

Attraverso una soletta posturale, rigorosamente personalizza dopo attenta valutazione posturale,  si ottieneuna correzione fisiologica del tono posturale, permettendo un’armonizzazione globale attraverso il recupero del tono della catena muscolo-connettivale trattata e la normalizzazione delle afferenze recettoriali da essa provenienti con riequilibrio del sistema di controllo posturale.

I rilievi estero-propriocettivi determinano una stimolazione sensoriale riflessa dei muscoli intrinseci del piede e quindi della catena muscolo-connettivale corrispondente, con modulazione del tono dei muscoli stessi e delle tensioni delle fasce e dei legamenti mesenchimali. Si ha un recupero e una regressione di tutte le alterazioni posturali ascendenti.

Docente Università "Magna Graecia" (CZ) Dottore in Scienze della Riabilitazione Master in Posturologia Clinica Associazione Italiana Podologi

Share This