fbpx

Il piede d’atleta (Tinea Pedis o tigna del piede) è una patologia contagiosa causata da un gruppo di funghi dermatofiti. Appartiene alla classe delle dermatomicosi o micosi superficiali che colpiscono la pelle glabra (priva di peli).
La micosi del piede come dice il nome stesso colpisce frequentemente gli atleti e soprattutto coloro che frequentano centri sportivi pubblici con clima caldo-umido (piscine, palestre, docce ecc.). La trasmissione della malattia avviene infatti per contatto grazie a piccoli frammenti di pelle che si staccano dal malato e si disperdono nell’ambiente. Tale contagio può essere diretto ma anche indiretto per esempio per presa di contatto con docce, pedane, pavimenti o altri oggetti utilizzati da persone colpite da micosi.
Il piede d’atleta è una patologia diffusa in tutto il mondo e si riscontra più frequentemente negli adulti, negli anziani e nei soggetti di sesso maschile.

Cause e fattori predisponenti

Il piede d’atleta colpisce con maggiore facilità individui debilitati le cui difese immunitarie sono impreparate a contrastare l’infezione. Anche alcune patologie come AIDS, diabete, disfunzioni circolatorie e dermatiti, possono favorire l’insorgenza della malattia.
Accanto a questi fattori endogeni se ne aggiungono altri detti esogeni o esterni, legati cioè a condizioni ambientali. I microrganismi che causano il piede d’atleta proliferano infatti in ambiente caldi ed umidi annidandosi in luoghi chiusi come le scarpe dello sportivo. Per questo motivo il rischio di infezione aumenta considerevolmente qualora siano presenti uno o più dei seguenti fattori di rischio:

Indebolimento delle difese immunitarie
Fattori genetici (esiste con tutta probabilità una predisposizione genetica del soggetto all’infezione)
Cattiva traspirazione
Accumulo di umidità (calze o scarpe bagnate)
Abitudine nel camminare scalzi in luoghi pubblici
Stagione estiva ed ambienti caldo-umidi
Calzature e calze inadeguate (materiali sintetici non traspiranti)
Scarpe strette

L’onicomicosi (o micosi delle unghie) è un’infezione che colpisce una o più unghie ed è causata da un fungo; in genere non è un disturbo pericoloso, ma si tratta di un problema antiestetico che può diventare difficile da curare, soprattutto quando trascurato.

Si presenta in genere come cambiamento del colore e della forma dell’unghia, che tende a anche diventare più spessa; quando il fungo si diffonde più in profondità sotto l’unghia, può causare la comparsa di macchie, ispessimento e aumento della friabilità delle unghie, che tendono a sbriciolarsi ai lati: tutti sintomi brutti a vedersi e potenzialmente dolorosi.

Può colpire sia le unghie delle mani che dei piedi, anche se è più comune nei secondi.

Gli obiettivi della terapia sono l’eradicazione dell’infezione e il recupero di un aspetto normale dell’unghia, che purtroppo tuttavia in alcuni casi subiscono danni permanenti a causa della frequente associazione con distrofie traumatiche dell’unghia del piede. Sebbene non sia pericolosa per la vita, l’onicomicosi è un rilevante problema di salute sia per la significativa diffusione, sia per le ricadute che può avere sui pazienti, in termini di dolore e possibile impatto sulla vita lavorativa e sociale.

Una micosi alle unghie può essere difficile da curare e tende a ripresentarsi, ma sono disponibili farmaci che contribuiscono a debellarla, sia da automedicazione che dietro prescrizione medica nei casi più seri. Tendenzialmente le infezioni fungine che interessano le dita delle mani sono associate a una prognosi più favorevole.

Scarpe e calze

  • Evita di camminare a piedi nudi in spogliatoi, docce e piscine pubbliche: proteggi i piedi con un paio di ciabatte
  • Butta le scarpe vecchie, in particolare quelle che hai usato per fare attività fisica e sportiva
  • Togliti le scarpe quando sei a casa e lascia “respirare” i piedi
  • Quando puoi indossa sandali o calzature realizzate in materiali naturali come cuoio o tela
  • Porta scarpe che calzino correttamente i piedi e le dita: tacchi alti e scarpe a punta possono danneggiare il sigillo cutaneo naturale fra le unghie e la pelle sottostante, consentendo ai funghi di invadere l’area sotto l’unghia
  • Metti calze pulite ogni giorno, cambiale se fa caldo o dopo aver fatto attività sportiva
  • Opta per delle calze in cotone piuttosto che per quelle in fibra sintetica

 

Cura dei piedi e delle unghie

  • Rivolgiti sempre al Podologo per la cura del piede
  • Abbi cura delle unghie dei piedi: tienile pulite e in ordine. Le unghie andrebbero tagliate e limate dritte (non arrotondate né a V)
  • Evita il fai da te
  • Asciugati sempre i piedi con cura, in particolare fra le dita

Docente Università "Magna Graecia" (CZ) Dottore in Scienze della Riabilitazione Master in Posturologia Clinica Associazione Italiana Podologi

Share This